Cacio e pepe, ma nel risotto

Tutti abbiamo sentito parlare degli spaghetti cacio e pepe, classico piatto povero della tradizione culinaria laziale, ma quella che viene proposta qui è una variante che prevede l'uso del riso al posto degli spaghetti. Come per tutti i piatti molto semplici, il risultato ottimale dipende dalla cura nella preparazione e dalla qualità degli ingredienti.

Per 4 persone occorrono: 320 gr di riso Baldo, 70 gr di pecorino romano, 70 gr di parmigiano reggiano, 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva, sale, pepe in grani, 1 litro di brodo vegetale, una noce di burro.

Prima di tutto bisogna preparare un brodo vegetale con cipolla, sedano, carota e una manciata di grani di pepe. In un'ampia padella si mette l'olio e poi subito il riso, che va tostato a fiamma moderata. Il riso può essere Baldo o Carnaroli, Roma o Vialone a seconda dei gusti. Successivamente si copre il riso con il brodo, meglio se filtrato, e si mescola. Lo si sala, ma non troppo perché il pecorino e il parmigiano sono già di per se stessi molto saporiti. Quando è cotto al dente e con una consistenza cremosa, lo si toglie dal fuoco e lo si fa mantecare aggiungendo una noce di burro,che deve essere freddo, e i formaggi.

Alcuni preferiscono usare soltanto il pecorino, ma è questione di gusti. Si mescola bene e da ultimo si macina il pepe direttamente sul risotto e anche un po' sul piatto di portata. È importante che il pepe sia macinato al momento,perché l'aroma è di sicuro più intenso. Come si può vedere, la preparazione è semplice, ma il risultato è un piatto saporito, se si seguono fedelmente i passaggi descritti sopra.

Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube CookAroundTv. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!