Cocktail, la ricetta per l'Angelo Azzurro

Il nome si ispira a Marlene Dietrich, l'Angelo Azzurro del cinema, ma in realtà questo cocktail è italianissimo. Nato agli inizi del Duemila, è divenuto uno dei cocktail più famosi, per l'elevato grado alcolico, per il suo sapore e per il colore altamente scenografico, da cui ha preso il nome.

Probabilmente è nato come una variante del Blue Lagoon, un cocktail italiano molto celebre negli anni Cinquanta e Sessanta. Ne esistono diverse versioni, a seconda degli ingredienti aggiunti presenti, come il "Bomba blu", nel quale si aggiunge della lemon soda. Ma la variante più celebrariante, anche per il nome in contrapposizione, è il "Diavolo Rosso", ottenuto sostituendo al blue curacao il bitter o il Campari.

In questo video ecco la ricetta tradizionale dell' "Angelo Azzurro".

Gli ingredienti: ghiaccio e, in parti uguali sempre da 2 centilitri, vodka liscia, gin chiaro, blue curacao. Un top di sweet & sour. Il tutto nel bicchiere highball. Scecherare e servire. Semplice!

Ne esistono altre due varianti, che ne mantengono il colore azzurrognolo. Nell'Orishas Azzurro si sostituisce al gin il rum bianco; nella Valchiria Azzurra si aggiunge più gin al posto della vodka. Ma nel cocktail originale, come si mostra in questo video, tutti e tre i prodotti vanno inseriti: vodka, gin e rum bianco.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Il Mondo dei Cocktail. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!