Pancakes Originali di New York - Ricetta Internazionale

Tipica colazione newyorkese, anzi, americana, che sicuramente avrete sentito nominare in diversi film o telefilm provenienti dal nuovo mondo, nuovo ma che ci ha in qualche modo superati, per le continue novità che riesce a tirare fuori. Sebbene siano di origine statunitense (Nord America e Canada), i pancakes provengono dalla tradizione inglese e irlandese, dove vengono mangiati in occasione del martedì grasso.

In pratica, sono frittelline molto simili alle crêpe francesi, ma più spesse, e si degustano sia con il dolce, quindi con confettura, sciroppo d'acero o burro di arachidi, sia con il salato, uova e bacon e burro fuso. C'è chi è più salutista e li mangia semplicemente con la frutta, e di rado anche senza nulla.

A New York li fanno con questi ingredienti (per 8 pancakes): granella di nocciole, 40 grammi di burro fuso, 150 grammi di latte (a temperatura ambiente), 100 grammi di farina setacciata, 5 grammi di lievito per dolci, 1 uovo, cannella in polvere, 1 cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale e sciroppo d'acero. L'uovo e lo zucchero vanno sbattuti in una ciotolina con la frusta, a cui si aggiungerà il burro fuso, il latte, la farina (poco alla volta), il lievito, la cannella e il sale, amalgamando il tutto sempre con l'aiuto della frusta.

Fatto l'impasto, scaldiamo una padella e versiamoci un mestolo pieno, lasciando che l'impasto si fermi da solo, quindi senza muovere la padella per farlo espandere, come si fa di solito con le crêpes. La cottura è di circa 1 minuto per parte, e vanno mangiati ancora caldi, dopo averli guarniti con lo sciroppo d'acero e le nocciole, o altri ingredienti a scelta, tra quelli sopracitati.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!