Spaghetti al nero di seppia - Ricetta

Un classico della cucina italiana di mare: gli spaghetti al nero di seppia!

La seppia è un mollusco cefalopode che si trova praticamente in ogni mare del mondo. Più facile da pescare nei mesi freddi ed in primavera, possiede delle carni tenere ma compatte, ottime in frittura di pesce. Vero tesoro però è un sacchettino di inchiostro nero (che in vita l'animale usa per spruzzare e confondere il predatore e fuggire). Attenzione in fase di pulizia a non rompere il sacchetto per non perdere l'inchiostro contenuto: eventualmente chiedete al vostro pescivendolo di pulirla per voi.

Vi sono varie versioni del piatto: alcune allungano il sugo con del passato di pomodoro, altre usano nel soffritto aggiungere pezzettini di seppia in cottura, per dare consistenza poi al piatto.
La versione rappresentata in questo video è abbastanza "integralista": aglio, peperoncino, olio evo, prezzenolo (foglie e gambetti): soffrittino di questi elementi, fuoco basso e inserimento della seppia tagliata a striscioline. Buona sfumatura con il vino bianco, si tolgono gli spicchi d'aglio e si continua la cottura. Buttata la pasta, si unisce il sacchetto d'inchiostro alla padella, si fa addensare il sugo e si butta la pasta per l'ultimo minuto di cottura per un salto ed una mantecatura. La spolverata di prezzemolo darà colore e profumo al piatto. Dunque si serve caldo, non dimenticando di unire spaghetti e seppia.

Prima di augurarvi buon appetito dimenticavamo di dirvi: alcuni ricettari propongono pecorino grattuggiato sul piatto... perciò provare non costa nulla!

Autore tababonf
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!