Strudel di mele - Ricetta

Ecco a voi la ricetta per preparare lo strudel di mele, dolce tipico della gastronomia dell'Alto Adige.

Gli ingredienti che ci serviranno per fare l'impasto sono: -100 ml di acqua, -300 gr di farina, -1 uovo, -1 pizzico di sale, -3 cucchiai di olio.

Gli ingredienti per il ripieno sono: -800 gr circa di mele, -2 cucchiai di rum, -50 gr di pangrattato, -50 gr di zucchero, -40 gr di uva sultanina, -30 gr di pinoli, -1/2 cucchiaio di cannella, -50 gr di burro, -1 pizzico di chiodi di garofano in polvere.

A questo punto che abbiamo tutti gli ingredienti, non ci resta che preparare questo delizioso dolce.
Se non avete tempo per preparare la pasta per lo strudel, usate la pasta sfoglia o eventualmente quella frolla già pronta, che si trova in qualsiasi supermercato.
Cominciate a preparare l'impasto in una ciotola e mettete la farina, un uovo, un pizzico di sale e i tre cucchiai d'olio. Impastate il tutto con le mani e pian piano aggiungete un filo d'acqua. Alla fine deve risultare un'impasto omogeneo e liscio, ora ungete le mani con il burro e accarezzate la pasta. A questo punto, mettete la palla di pasta nella pellicola lasciandola in frigo per una decina di minuti.
In un tegame fate sciogliere il burro, aggiungete il pangrattato e fate rosolare leggermente. Successivamente aggiungete l'uvetta (in precedenza fatta ammorbidire in acqua e rum), le mele, lo zucchero, la cannella e per ultimo i pinoli.
Togliete la padella dal fuoco e lasciate raffreddare il composto.
Ora stendete uno strofinaccio e spolverizzatelo con della farina, prendete la pasta dal frigorifero e stendetela sopra allo strofinaccio. La pasta deve essere sottile e lasciatela riposare per altri dieci minuti.
Spennellate la pasta con del burro fuso e mettete il ripieno. Infine con lo strofinaccio rotolate la pasta su sé stessa, e ungete i bordi con del burro fuso.
Fate cuocere lo strudel in forno a 180° per circa mezz'ora. Togliete il dolce dal forno e fatelo raffreddare per poi cospargerlo con lo zucchero a velo.
Autore serenasissi
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!